Limiti

Ognuno ha la propria soglia per quanto riguarda i limiti” citando Marco Montemagno (https//www.facebook.com/montemagno?fref=ts), che in un suo video spiega bene quali siano le differenze nei limiti che le persone si prefiggono.

Per esperienza ho imparato che non ponendosi limiti si può fare tanto e con discreti risultati (il tutto senza creare situazioni di disagio alle persone che mi circondano).

Cerco di organizzarmi al meglio per potere fare quello che mi piace e mi fa stare bene, come indole tendo a fare più cose in una volta sola ma, crescendo e sbagliando, sono riuscito a migliorarmi sotto questo aspetto cambiando strategia ed imparando che non si può fare tutto quello che passa per la mente senza distinzioni, perché ci sono traguardi oggettivamente impossibili. La corsa mi aiuta in queste decisioni, mi prendo il mio tempo per uscire a correre e nel frattempo programmo un piano di eventi, gare a cui voglio partecipare e grazie a questo mantengo alta l’attenzione senza superare il mio limite di troppo (che comunque è già abbastanza alto).Vorrei fare molte più cose e, nonostante alcune siano fuori dalla mia portata, questo non limita mai il tempo da dedicare ai progetti.

In conclusione, sulla mia esperienza posso affermare che bisognerebbe mantenere un atteggiamento un po’ più analitico concentrandosi al massimo per ottenere di più da quello che possiamo realmente fare: ovviamente ognuno di noi ha il proprio limite, dato dalle proprie possibilità e necessità tuttavia non dobbiamo mai fermarci invocando delle facili scusanti come la mancanza di tempo per fare ecc. ecc. e la conferma è data dall’esempio di moltissime persone che, nonostante gli innumerevoli impegni, riescono a fare tantissime cose organizzando al meglio la loro giornata e, come dice Marco  Montemagno, “si tratta solo di non porsi limiti in tutto”.

“L’uomo non esiste veramente che nella lotta contro i propri limiti.”
Ignazio Silone

 

 

Precedente SUN RUN Successivo Corsa e benessere